Parodontite e sintomi: come riconoscerli?

Quali sono i sintomi della parodontite e perché è importante saperli riconoscere

Si parla molto spesso di carie e problemi dei denti, di come lo zucchero, ad esempio, possa indebolire lo smalto, così come le bevande e i cibi acidi, favorendo la proliferazione di batteri.

 

Ma le gengive invece? Cos’è quel senso di gonfiore che a volte capita di percepire? Perché lo spazzolare i denti provoca un leggero sanguinamento?

 

Questi sintomi potrebbero essere un’avvisaglia di parodontite (piorrea).

 

Niente panico! Vediamo insieme come si possono tenere sotto controllo le gengive e assicurarsi di compiere tutte le manovre corrette per preservare la salute orale a lungo. Innanzitutto cerchiamo di capire cosa si intende quando si parla di parodontite e sintomi ad essa collegati.

 

Cos’è la parodontite?

 

La parodontite è caratterizzata da un accumulo di placca batterica nella zona del parodonto (la struttura di sostegno dei denti).

 

Esso è composto da:

  • Osso
  • Gengiva
  • Legamenti

Tra gengive e denti esiste uno spazio che può allargarsi: si crea così una “tasca parodontale”. In presenza di una di queste tasche, i batteri trovano spazio e terreno fertile per la proliferazione.

 

Nel caso in cui tale disturbo non venga trattato, l’osso può cominciare a erodersi, mettendo a rischio la stabilità del dente.

 

Come si evita il “punto di non ritorno” quindi?

 

Parodontite: quali sono i sintomi?

 

Nel caso della parodontite è importante imparare a riconoscere i sintomi e non ignorarne i segnali.

 

I sintomi principali a cui sarà utile prestare attenzione sono:

  • Alitosi o alito cattivo: odore sgradevole proveniente dall’espirazione
  • Sanguinamento delle gengive
  • Abbassamento/Recessione delle gengive: viene lasciata scoperta la radice del dente e ciò può provocare infiammazioni e ipersensibilità
  • Sensazione di denti che si muovono: si verifica negli stadi un po’ più avanzati ed è indice che la struttura di sostegno del dente non è più stabile
  • Ipersensibilità dentale (forte sensibilità cioè a cibi e bevande molto caldi o molto freddi)
  • Ipersensibilità gengivale

Cosa fare in presenza di sintomi della parodontite?

 

Nel caso si pensi di soffrire di questi sintomi, è una buona idea rivolgersi al proprio dentista: non necessariamente un leggero sanguinamento o un po’ di alitosi significano parodontite, ma è importante non sottovalutare la salute orale.

 

Svolte la visita e le analisi del caso, il professionista potrà fornire la diagnosi più corretta ed il trattamento più adeguato per la tua situazione.

 

In presenza di sintomi di parodontite, dal punto di vista alimentare, è importante assumere molta frutta e verdura, in particolare quelle ricche di vitamina C e antiossidanti.

 

Inoltre, è ridurre il consumo di cibi troppo duri o troppo zuccherati.

 

Come evitare la comparsa dei sintomi di parodontite?

 

La prevenzione rimane l’arma migliore contro i sintomi di parodontite: è importante dedicare la giusta attenzione alla pulizia quotidiana dei denti, utilizzando spazzolino e filo interdentale.

 

Visite e sedute di igiene professionale regolari, inoltre, ti permetteranno di avere un confronto diretto con il dentista che, conoscendo a fondo la tua situazione, sarà sempre pronto a riconoscere i sintomi e consigliare le cure adatte a te.Nel studio della dottoressa Irene Monterotti si effettua inoltre la tecnica Pinhole, grazie alla quale è possibile risolvere i problemi legati alla recessione gengivale nel modo meno invasivo possibile. Scopri di più su questa tecnica: clicca QUI

 

Contattaci per prenotare una visita o ricevere maggiori informazioni!

 

Oppure, leggi altri approfondimenti su trattamenti, tecnologie e curiosità!

Contatti

Località Rosario, 309

Castelnuovo di Garfagnana, Lucca

Tel: 0583.639518

Mobile: 320.0364646

Orari di visita

Dal lunedì al venerdì:

09:00 - 19:30

Get Social!